PRIMO PIANO

Invalidità: riprendono le convocazioni per visite e accertamenti

Con il messaggio n. 2097 del 21 maggio 2020,  l'Inps ha  riepilogato     le date di validita e i termini di decadenza delle prestazioni assistenziali a seguito delle sospensioni previste dal decreto Cura Italia N. 18-2020, ce dai DPCM sul contenimento del  contagio da Covid 19 del 9 marzo , del 1° aprile  e del 10 aprile 2020.  In sintesi  si prevedeva che :

  1. a seguito dei  D.P.C.M. le visite medico legali di accertamento di invalidità civile restano sospese. Fanno eccezione solo i casi di malattie oncologiche o di quadri di comprovata gravità accertabili da un esame degli atti . 
  2. Le istanze  per le prestazioni di invalidità pervenute nel periodo tra il 23 febbraio e il 1 giugno  saranno valutate seguendo cronologicamente l’ordine di ricezione  e la decorrenza delle prestazioni decorrerà, come prevede la legge, dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda a
  3. i permessi di soggiorno  hanno validità prorogata   fino al 31 agosto 2020; di conseguenza  restano confermate le eventuali prestazioni di  invalidità civile condizionate dal predetto permesso 
  4. Per tutta la durata del periodo emergenziale da COVID-19 e alla conseguente sospensione dell’attività didattica, l’indennità di frequenza  sarà regolarmente erogata  anche nelle ipotesi di  chiusura dei centri riabilitativi,  posto che la riabilitazione puo continuare a distanza .
  5. In tema di sospensione dei termini  per i  contenziosi amministrativi in materia di invalidità civile e assegno sociale  il decreto-legge n. 18 del 2020,  ha sospeso dal 23 febbraio al 15 aprile tutti i termini per il compimento di qualsiasi atto processuale mentre il decreto-legge n. 23 del 2020 ha prorogato tale termine fino all’11 maggio 2020. Di conseguenza il termine di   decadenza per la tutela giudiziaria contro un  verbale sanitario  è sospeso se ricadente nel periodo dal 23 febbraio all’11 maggio 2020.
  6. Nell’ambito del contenzioso amministrativo in materia di invalidità civile e assegno sociale  i termini  sono sospesi se ricadenti nel periodo dal 23 febbraio al 1° giugno 2020.

Riguardo il primo punto ,  con il Messaggio n. 2330 indirizzato alle ASL l 'inps comunica che dal 5 giugno 2020 possono riprendere le convocazioni per visite ,primi accertamenti e aggravamenti delle ASL per le prestazioni di invalidità civile.

L'istituto spiega che il graduale superamento della prima fase emergenziale legata alla crisi epidemiologica da Covid-19  permette la riapertura dei  canali di comunicazione legati agli accertamenti medico-legali delle ASL (primi accertamenti e aggravamenti) per il riconoscimento degli stati di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap, legge n. 68/99 a partire dalla data del messaggio quindi dal 5 giugno 2020.

I soggetti interessati riceveranno una lettera di convocazione e gli sms  di promemoria dalle ASL secondo le regole consuete  .